AGRIBERTOCCHI: SCONFITTA IN CASA CONTRO CASERTA

  • Alessio Sigalini

E’ un amaro ritorno tra le mura amiche per l’AgriBertocchi Orzinuovi. Il sodalizio del Presidente Francesco Zanotti, alla terza partita in 6 giorni, è costretta a cedere il passo, dopo a Roseto e Mantova, anche ad una Caserta coriacea ed in salute che legittima quanto di buono espresso nelle ultime settimane.

Ferraro apre le danze, dopo una serie di tentativi falliti da entrambe le fazioni, mediante una tripla frontale, la specialità dell’esterno triestino, coadiuvato da Mekowulu, abile nel contrastare Cusin a rimbalzo difensivo. Allen e lo stesso ex centro della Nazionale, però, consentono alla truppa campana di mantenere il contatto grazie a delle iniziative personali (5-5 al 5’).

La JuveCaserta decide di alzare il ritmo della propria manovra offensiva e, guidata in cabina di regia da Giuri, capace di compiere ottime letture in ogni situazione, firma un rapido parziale di 0-5, rintuzzato immediatamente da un jumper sottomisura di Smith.

L’AgriBertocchi, dal canto suo, a causa di una difesa molto aggressiva nei confronti del portatore di palla, esaurisce il bonus. Piove sul bagnato per Orzinuovi. La truppa di Gentile, infatti, sfrutta il vantaggio accumulando un tesoretto di 9 lunghezze (7-16), ingrassate da una conclusione di Sousa, che obbliga coach Corbani a richiedere un minuto di sospensione.

Il rientro sul parquet sorride a Parrillo e soci, in grado con pazienza ed applicazione di rosicchiare 4 punti che portano la firma di Mekowulu, bravo a superare Paci all’interno del pitturato, e Smith, artefice di un sottomano soffice (11-16 al 10’). La seconda frazione di gioco è inaugurata da una tripla di Bossi, fino ad allora ancora a bocca asciutta.

Tuttavia coach Gentile non si fida, correndo ai ripari e chiamando un timeout (14-16). Cusin, non riuscendo ad incidere sotto canestro, si reinventa playmaker aggiunto smazzando, in un battito di ciglia, due assist preziosi, il primo indirizzato ad Allen, il quale scrive a referto tre punti, e l’altro ad Hassan, che gettano le basi per una fuga dello Sporting Club, con la panchina orceana a fermare per la seconda volta il tempo (14-24 al 15’).

Nonostante ciò è la Juve a ritoccare il punteggio ulteriormente tramite una bimane di Cusin, lasciato solo in mezzo all’area, il quale fa volare i bianconeri sul +12 (14-26). Ferraro e Bossi, i triestini di casa Orzinuovi, non ci stanno, caricandosi sulle spalle la squadra e siglando un fulmineo parziale di 6-0 (20-26). E’ un fuoco di paglia, perché i viaggianti, trascinati da Bianchi, spina nel fianco in terzo tempo, e Carlson, una sentenza quando conclude, portano Caserta al riposo con una discrepanza di 13 punti (21-34 al 20’).

L’inizio del terzo periodo è di stampo casertano con Allen, mattatore da oltre l’arco, Giuri e Cusin che, continuando a macinar gioco segnano il nuovo massimo vantaggio (24-44), sebbene Smith e Mekowulu provino a ricucire lo strappo con grinta (29-48 al 25’). La lotta a rimbalzo è un fattore determinante, in quanto la JuveCaserta, complice l’esperienza di Cusin, accalappia più palloni rendendo più facile la costruzione di secondi tiri che, in seguito, avranno un peso specifico cruciale nell’economia della gara, soprattutto con Sousa, autore di un terzo quarto importante dal punto di vista realizzativo, mentre, sul lato AgriBertocchi, Galmarini, Parrillo e Mekowulu tentano di gettare il cuore oltre l’ostacolo con orgoglio rimarginando la ferita sino al -15 (40-55 al 30’).

L’ultimo tempino vede un Carlson, non troppo sul pezzo, armare la mano ed infilare una bomba, alla quale Galmarini risponde attraverso uno splendido movimento “vecchia scuola” lungo la linea di fondo. Lo staff tecnico avversario opta, nella speranza di gestire al meglio il bottino e di congelare il risultato, di impiegare il doppio regista con Bianchi e Giuri contemporaneamente in campo a dettare i tempi di gioco (50-67 al 35’).

Gli ultimi scampoli della disputata hanno poco da dire, l’AgriBertocchi corre in contropiede con Smith e Parrillo sfruttando la poca lucidità di Giuri e compagni che comunque spengono gli ultimi barlumi di velleità biancazzurre con Hassan e Bianchi a spegnere la luce (73-83 al 40’).

Queste le parole di coach Fabio Corbani in conferenza stampa: “La partita non poteva che essere particolare, perché il cambio di allenatore produce sempre emozioni nuove. Abbiamo avuto difficoltà al rimbalzo al primo e terzo quarto.

Ci serve leggerezza nella testa per alzare il braccio e fare canestro. L’abbiamo raggiunta solo alla fine e la fotografia è la prestazione di Negri, che segna solo alla fine. Abbiamo anticipato alcuni concetti, anche se pochi perché ci sono stati solo due giorni.

Cercherò un’altra strada, ma non perché quello di prima fosse giusta o sbagliata. Ho ampliato le rotazioni sin dall’inizio per evitare pregiudizi dei giocatori, che a volte di fronte a un allenatore nuovo possono trovarsi in difficoltà come atteggiamento. Devo capire se il problema ai rimbalzi è un problema di istinto o se manca altro. Nel minor tempo possibile farò questa valutazione”.

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI 73

SPORTING CLUB JUVECASERTA 83

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Smith 17, Bossi 8, Siberna 3, Perin, Parrillo 6, Guerra ne, Ferraro 9, Galmarini 6, Negri 7, Mekowulu 17. Allenatore: Corbani.

SPORTING CLUB JUVECASERTA: Mastroianni ne, Allen 13, Sousa 11, Bianchi 6, Valentini, Paci 2, Carlson 13, Hassan 11, Giuri 16, Cusin 11, Turel. Allenatore: Gentile.

TOTALE TIRI LIBERI ORZINUOVI:6/15.

TOTALE TIRI LIBERI CASERTA: 21/27.

PARZIALI (11-16;10-18;19-21;33-28).

ARBITRI: Dionisi, Salustri e Barbiero.

via Carabello 26 – 25034 Orzinuovi Campo di gioco: Palazzetto dello sport
Via Lonato - ORZINUOVI (BS) Codice Fiscale - 01764420178
Partita Iva - 00653010983

Made by Michele Turotti