AGRIBERTOCCHI: SCONFITTA ALLA PRIMA IN CASA FORLI' ESPUGNA IL PALAGEORGE

  • Alessio Sigalini

Si riaccendono le luci sopra il parquet del "PalaGeorge". L'AgriBertocchi, infatti, dopo la prima gara ufficiale, che l'ha vista uscire sconfitta di misura a Ferrara, torna tra le mura amiche ospitando una formazione ricca di esperienza come l'Unieuro Forlì.

Una partita difficile per gli orceani, la cui contesa è stata anticipata da un minuto di raccoglimento per ricordare Carlo Santini, recentemente scomparso, titolare dell'azienda Walcor e sponsor storico della Pallacanestro Orzinuovi.

Mekowulu, come suo solito, apre le danze con un tiro soffice. Marini, tra gli uomini maggiormente pericolosi del sodalizio forlivese, risponde immediatamente in entrata acrobatica. L'AgriBertocchi costruisce buone iniziative offensive, complice anche l'ordine di Bossi in cabina di regia, sebbene Bruttini, sotto le plance, insegnando l'uso del piede perno, e Ndoja, dal perimetro, tengano botta (9-10 al 5').

I ragazzi di coach Dell'Agnello, sugli scudi con Marini e Watson, autore di due triple pesanti in un battito di ciglia, aumentano l'intensità della manovra attuando una prima fuga, mentre Parrillo e compagni perdono smalto in fase offensiva e lucidità in difesa (20-28 al 10'). E' proprio da quest'ultima metà del campo, che l'AgriBertocchi riparte nel secondo quarto, obbligando Forlì ad un'infrazione di 24", subito tramutati, nell'azione successiva, da Mekowulu in un 1/2 dalla linea della carità. Marini, dal canto suo, torna a fare la voce grossa pescando un doloroso gioco da 3 punti (30-39 al 15').

Tuttavia, alla stregua di quanto successo a Ferrara, Parrillo, nel maggior momento di difficoltà, sale in cattedra infilando due bombe consecutive che costringono lo staff tecnico biancorosso a richiedere un minuto di sospensione. La risposta romagnola, al rientro sul parquet, è buona perchè Benvenuti e Marini mantengono Forlì sopra i giusti binari. Orzinuovi però, a seguito di un fallo tecnico discutibile assegnato per proteste alla panchina, ha una forte reazione di orgoglio e, trascinata dall'energia di Negri e dai rimbalzi arpionati da Mekowulu, accorcia il gap sino al -5 (42-47 al 20').

Il terzo periodo vede Mekowulu, autore a fine partita di una "doppia doppia", affrontare il suo ennesimo viaggio in lunetta, Nodja, invece, da vero esperto della categoria, controbatte mediante un tiro in sospensione dalla media e facendosi sempre trovare a rimbalzo in entrambi i fronti del campo. L'AgriBertocchi, infatti, senza il centro nigeriano in campo, fatica a contenere la fisicità avversaria, con il solo Galmarini ad occuparsi di Ndoja prima e Bruttini poi (45-56 al 25').

La disputa, complice l'elevato dispendio fisico, si abbassa di giri. L'ingresso di Bossi pare dare nuova linfa all'AgriBertocchi, grazie alle rapide incursioni del playmaker triestino, capace di innescare nuovamente Mekowulu e di aprire la scatola avversaria. Ndoja mediante un comodo lay-up, ad eludere la stoppata del solito Mekowulu, e una tripla del giovane Petrovic, molto incisivo, mettono a dura prova la resistenza di Orzinuovi, nonostante i meccanismi d'attacco biancoblu tornino ad essere piuttosto fluidi (55-67 al 30').

L'inizio dell’ultima frazione è di targa ospite: Giachetti sottomisura e Benvenuti con una bimane di potenza firmano 4 punti facili che sospingono ulteriormente la truppa di Sandro Dell'Agnello verso la linea del traguardo (57-73 al 35'), la quale si limita a non commettere particolari errori nelle letture difensive e a gestire, attraverso l'utilizzo contemporaneo di Watson e Giachetti, i possessi offensivi. Negli ultimi frangenti della disputa l'AgriBertocchi si aggrappa alle iniziative di Bossi e Siberna, che lotta su ogni pallone e Forlì archivia la pratica sulla sirena con una schiacciata da cineteca di Rush.

Queste le principali sensazioni di coach Stefano Salieri in conferenza stampa: "Abbiamo giocato contro una squadra di alto livello. Forlì è uscita nel secondo tempo e ha dimostrato la superiorità sul campo per completezza e fisicità. Abbiamo provato a rimanere attaccati alla partita nei primi 20', poi loro hanno scavato la differenza. Ci stiamo assemblando, ma comunque dobbiamo trovare alcuni punti fermi. Abbiamo anche sbagliato tanti tiri liberi e, invece, dovremmo fare nostro tutto quello che c’è sul campo. Non ho paura che la squadra abbia contraccolpi psicologici. Bisogna essere realisti ogni volta e tenere presente che è necessario lavorare, e adesso ci aspetta Montegranaro".

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI-UNIEURO FORLI' 67-84

AGRIBERTOCCHI ORZINUOVI: Smith 6, Bossi 17, Siberna 5, Perin, Parrillo 8, Guerra ne, Ferraro, Galmarini 3, Negri 9, Mekowulu 19. Allenatore: Salieri.

UNIEURO FORLI': Rush 3, Kitsing, Giachetti 13, Campori, Watson 16, Petrovic 12, Marini 11, Benvenuti 5, Bruttini 13, Ndoja 11. Allenatore: Dell'Agnello.

PARZIALI (20-28;22-19;13-20;12-17).

ARBITRI: E. Bartoli, Pellicani e Maschietto.

via Carabello 26 – 25034 Orzinuovi Campo di gioco: Palazzetto dello sport
Via Lonato - ORZINUOVI (BS) Codice Fiscale - 01764420178
Partita Iva - 00653010983

Made by Michele Turotti